Diritto alla rete

Il nostro blog partecipa al primo sciopero al mondo dei blog. Crediamo fortemente nella libertà della rete e nella necessità di continuare ad avere la possibilità di diffondere notizie, informazioni ed idee in maniera orizzontale e senza censure. Il reato di diffamazione è già regolato dalle leggi italiane. Questo disegno di legge serve solo a mettere il bavaglio a questo strumento formidabile di condivisione del sapere, ed è la dimostrazione di come i nostri politici (che controllano i media tradizionali) temano la diffusione delle notizie a loro scomode. Ribellarsi è giusto. Ribellarsi è doveroso.SCARICAILLOGOEPUBBLICALO

P1010405

Annunci

la libertà di parola….

… è una presa per il culo….

non sei libero di parlare… non sei ibero di dire come la pensi…. quando lo fai, lo fai a tuo rischio e pericolo… esprimere le proprie idee è il più grande lusso che un uomo possa permettersi…

quando lo fai, anche se usi modi e toni gentili, ti giochi la tranquillità della tua vita privata… i primi e più grandi problemi possono insorgere al lavoro…. mio padre ha cercato di insegnarmi questa cosa fin da piccolo…. al lavoro non si possono avere posizioni politiche… se le hai e le esprimi, ne avrai soltanto guai… e questo sta capitando a molti, compreso il nostro amico freedomanddemocracy….

uno dei pochi uomini il cui cervello è visibile ad occhio nudo dallo spazio, è costretto a rinunciare al suo speaker’s corner su youtube…. ed è un vero peccato…. le sue analisi politiche, da italiano residente negli Stati Uniti, erano sempre molto interessanti…

sapere che da domani non ci sarà più mi fa sentire un po’ più solo…

un abbraccio affettuoso a questo grande uomo che per un po’ ci ha dimostrato che si può cercare di fare qualcosa per cambiare il mondo che ci stà attorno…

qui sotto il suo ultimo video… se ne avete voglia, postate qualche commento sul suo canale di youtube, prima che lo chiuda per sempre…

GRAZIE FREED….   CI MANCHERAI….

un altro 254 è andato…

… anni fà scelsi di aggiungere al mio nick il numero 254… lo scelsi perché mi sentivo particolarmente legato a questa data che ha per me un significato molto importante… ma negli anni ho visto le persone allontanarsi sempre di più dal significato del giorno della Liberazione… il sangue dei caduti è scomparso dalla nostra memoria, e viviamo in un mondo che è pronto a ricadere negli errori commessi settant’anni fa… le persone hanno dimenticato cosa vuol dire perdere la libertà, vivono convinte che queste cose sono ormai lontane e non ripetibili… ma la storia ci mostra come l’uomo, senza memoria, è pronto a ricadere negli stessi errori… LA MEMORIA VI RENDE LIBERI!!!

Ieri mi trovavo a Torino, per il secondo anno consecutivo…. l’anno scorso andai al V2-Day di Grillo…. quest’anno ho fatto un giro in centro…. nessun confronto….

Un anno fà più di centomila persone (posso giurarci, io c’ero e le ho viste), quest’anno quattro gatti in piazza a vedere qualche concerto…. un paragone è impossibile… ma le domande, quelle, possiamo ancora farcele… perché la sinistra si è ridotta così? perché non ha cercato di “mettere le mani” su un movimento, come quello di Grillo, che porta avanti i temi di una sinistra veramente moderna e progressista? DOVE CAZZO È LA SINISTRA?

Grillo non sarà di certo un essere perfetto, ha tanti difetti, è incazzato come una bestia (come del resto molti fra noi), non sopporta il confronto con dei politici (vedi il caso La7), ma io lo capisco… e ammiro quello che sta facendo…. ma da solo non è nulla…. sono le persone che gli stanno dietro che fanno sì che lui abbia assunto un peso notevole…. e prima o poi la sinistra dovrà fare i conti con questa realtà….. non basta an dare in piazza il 25 Aprile per dirsi “di sinistra”…. ci vogliono le PALLE per portare avanti i temi veramente importanti, e Grillo in questo è stato un precursore… un profeta in anticipo addirittura su Obama…. i temi del presidente americano sono quelli che Grillo porta avanti da molto prima che Obama venisse fuori…

L’Italia ancora una volta si dimostra un laboratorio politico e di idee veramente formidabile… avanti anni luce…. peccato poi che le idee restino tali e non riescano a prendere vita

Un altro 254 è andato… e niente è ancora cambiato….

Free Blogger

immagine-bw-pstrzd-free-blogger-600px2

Anche questo blog aderisce all’iniziativa Free Blogger lanciata in rete e rimbalzata su tutti i grandi blog mondiali

Upside down…

… che vuol dire sottosopra… a testa in giù… che è un po’ la costante degli ultimi anni della mia e della vostra vita… della vita di tutti i cittadini italiani… mi sembra di essere nel paese delle meraviglie di Alice… dove l’incredibile è normale… lo confesso: comincio a cercare le telecamere…. sono convinto di essere protagonista di un MEGA TRUMAN SHOW… non riesco a credere a ciò che vedo e sento…

Si viene a sapere che il presidente del consiglio ha cercato di piazzare delle attricette in cambio di senatori? Vabbé, che vuoi che sia, è normale no? Farebbero tutti così no?

Certo, in un paese normale si rischierebbe un incriminazione per corruzione se non addirittura per tentato colpo di stato. Ma nel paese di sottosopra funziona tutto alla rovescia.

Veniamo a sapere (non sono state pubblicate le intercettazioni, ma sembra il segreto di pulcinella) che una ministra è lì perché forse ha fatto un lewinski al presidente del consiglio? O mio dio, questa è privacy! Questo è voyerismo! Non bisogna svelare i fatti privati di un personaggio istituzionale.

Vero, se questi fatti non avessero determinato la nomina a ministro di qualcuno. Negli Stati Uniti, Clinton, è stato processato per aver mentito, non per il pompino. È altrettanto vero che Clinton non si era mai sognato di farle fare il ministro. Ma nel paese di sottosopra funziona tutto alla rovescia.

Tutti pronti a dare solidarietà al ministro, vittima di un sistema “machista”, di una cultura maschilista. È scattato un meccanismo di solidarietà automatica che a me fa paura. Mi fa paura perché è il meccanismo che sta alla base dei sodalizi corporativi, delle varie parrocchie e parrocchiette che ammorbano l’Italia, dei gruppi criminali. Lo sò, qualcuno potrebbe storcere il naso, ma è così. Quando si solidarizza soltanto perché si appartiene ad un gruppo omogeneo, si commette un grave errore. Non è più il raziocinio a guidare, ma l’appartenenza.

Si fa una manifestazione politica contro Berlusconi? Non si parla dei contenuti della manifestazione, ma si attaccano Grillo e la Guzzanti per – secondo le accuse compatte di tutti i media- aver “offeso” il papa e Napolitano, per aver usato “toni vergognosi”. La Guzzanti ha messo all’inferno Ratzinger!!! Che scandalo!!! Peccato che il primo ad aver mandato un Papa all’inferno sia stato Dante, nella Divina Commedia. Si, quei tre tomi pallosissimi che avremmo dovuto studiare a scuola come opera fondamentale della letteratura italiana. Proprio lì. Dove sta lo scandalo? Ma questo è il paese di sottosopra, non dobbiamo dimenticarlo.

Grillo ha offeso Napolitano!!! Invito chiunque a vedere ed ascoltare l’intervento di Grillo e a scovare una offesa. Una che sia una. Guardate, segnate in quele minuto lui offende Napolitano e segnalatelo.

L’unica verità è che si sta cercando di alzare un polverone -come al solito- per evitare di parlare dei contenuti. Vi invito a guardare tutti gli interventi della manifestazione, e a criticare eventualmente i contenuti, ma senza “offendere” la nostra intelligenza…

Sei così ipocrita
che quando l’ipocrisia ti avrà ucciso
sarai all’inferno
ma ti dirai in paradiso

Andrea Camilleri

Antonio Di Pietro

Paolo Flores d’Arcais

Marco Travaglio

Beppe Grillo #1

Beppe Grillo #2

Sabina Guzzanti #1

Sabina Guzzanti #2

Ascanio Celestini