Il ghigno di Joker…

È leggermente inquietante la somiglianza fra il nostro ministro della giustizia e quel personaggio di Batman, il Joker… hanno entrambi un ghigno che non ispira fiducia…

Ma quello che ancor meno mi ispira fiducia sono le sue parole. Delle due l’una… o ci è o ci fa.

Nel primo caso (ci è) dimostra una ignoranza sui fatti del Santa Rita che è quantomeno disdicevole, per uno che di mestiere fà il Ministro della Giustizia. Dovrebbe sapere, il Joker, (sempre che legga almeno uno dei due quotidiani italiani più importanti) che le indagini sono cominciate per il sospetto di “truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche” e per “falso in atto pubblico”.

Entrambe sono pene punibili con un massimo di anni sei di reclusione e quindi per le quali non verrebbe autorizzata nessuna intercettazione. Quindi non si sarebbe sollevato il velo su una strage di queste dimensioni, e questi medici avrebbero continuato indisturbati.  Il ministro ombra (che sembra più un’ombra che un ministro) prova a ricordare a Joker la verità, ma lui alza la voce e va avanti… e questo mi fà propendere più per la seconda ipotesi…

Seconda ipotesi: ci fà. E neanche questa è bella… vuol dire che è consapevole che questa legge (oltre ad aiutare il suo Padrone) aumenterà il numero degli impuniti che gireranno per le nostre strade, e non può dircelo, perché altrimenti dovrebbe spiegarci anche come mai (a parole) il governo si proclama impegnato contro l’ emergenza sicurezza… e questo è un bel dilemma perché la logica non permette soluzioni.

Vi sentite più sicuri? O forse sono solo i disonesti fra noi a sentirsi più sicuri di farla franca?

Al cittadino/a  l’ ardua sentenza…. (anche se hanno ampiamente dimostrato di fottersene delle nostre opinioni).

Annunci

Ci pisciano addosso e ci dicono che piove…

Ecco la prima puntata dell’incontro settimanale con Marco Travaglio. Grazie a Beppe Grillo per aver lanciato questa iniziativa. Respiriamo una boccata d’aria pulita.

19 Maggio 2008 Prima parte

Seconda parte