Perché lascio facebook…

Prima di tutto vogli chiarire cos’era facebook per me… un luogo in cui far filtrare le notizie che ritenevo interessanti, mettendoci la mia faccia ed esponendomi anche a dure critiche… ovvio che fra 300 “amici” ce n’erano alcuni che non la pensavano assolutamente come te… ma fa parte del gioco democratico in cui tutti hanno diritto a parlare ma nessuno dovrebbe essere obbligato ad ascoltare… ovviamente come me tanti altri hanno “usato” facebook per farne lo stesso uso (scusate il bisticcio di parole)… ed è stato bello scambiarsi link, condividere informazioni con gente che prima non conoscevi… socializzare sentendosi un po’ più utili… ma lasciando sempre fuori dalla porta la tua vita privata, perché sai quanto un posto del genere, apparentemente innocuo, possa essere in realtà pericoloso… per tanti motivi… in rete c’è un dibattito molto interessante fra pro e anti facebook…

comunque adesso mi sono stancato del rumore assordante e continuo che è diventato… secondo me si è instaurato un meccanismo per il quale il flusso di notizie creato da facebook assomiglia sempre più al flusso di notizie delle televisioni, ed addirittura ancora più veloce, perché fagocita più in fretta le notizie e tornando  a distrarci invece che informarci… ed io non voglio partecipare a questo gioco… preferisco il silenzio ovattato del mio blog al chiasso che è diventato facebook … e questo è il primo motivo…

e vengo al secondo motivo, più personale e meno “filosofico”… per una serie di sfortunate coincidenze questo “strumento” di comunicazione è legato nel mio immaginario ad una parte della mia vita da cui vorrei slegarmi e di cui vorrei dimenticare quanto più possibile ed in fretta… è diventato suo malgrado un simbolo… di discordia… e, come si fa con le bandierine che sembrano segnare i tuoi limiti, ho voluto abbatterla… simbolicamente… so che può sembrare stupido, ma per me è importante…

ed è come fare un’altro passo in avanti nella mia vita… e tornare alla mia vera passione… scrivere… e per scrivere, se lo si vuol fare bene, bisogna dedicare tempo e serietà… il blog prenderà una nuova forma o forse ne aprirò un altro… o magari finalmente proverò a cimentarmi con un sogno che avevo ormai quasi abbandonato… scrivere un libro… non so ancora… lunedì prossimo inizio un corso avanzato di linux che inevitabilmente mi porterà via del tempo… ma che mi vede molto entusiasta… lo cercavo da un po’ ma, o i costi, o i programmi, risultavano essere sempre eccessivi… questa è una buona via di mezzo… e non vedo l’ora di iniziare…

probabilmente lascerò isolaferdinandea a memoria di ciò che è stato, un tentativo forse non eccellente di avere un piccolo diario in cui potessi sentirmi a casa mia e scrivere di casa mia… che è quella dove il mio cuore è… ma non è diventato il blog che avrei voluto, e quindi forse non ha senso continuare a scrivere lì…

deciderò cosa fare nei prossimi giorni…

terrò l’account di facebook attivo ancora per qualche giorno per avere il tempo di copiare dalla posta tutti i messaggi e gli allegati interessanti che ho accumulato in qualche anno… e quando avrò finito di ripulirlo e di cancellare tutto il contenuto del mio profilo (messaggi foto e tutto il resto) lo chiuderò definitivamente…

un saluto e un abbraccio virtuale a quelli che nel bene e nel male hanno condiviso la mia esperienza feisbucchiana…

baci baci baci…