Paolo, ci manchi…

Ci mancano le tue lezioni, ci manca il tuo esempio di senso del dovere… e guardando la Sicilia, oggi, nel rispetto del miglior spirito gattopardesco, nulla è cambiato… o quasi… quella generazione di giovani, di cui tu parlavi come della generazione che avrebbe sconfitto la Mafia, è in parte rimasta invischiata nelle reti del clientelismo… dove la mafia non è arrivata a piegare le menti e le volontà delle persone oneste, il clientelismo e la “raccomandazione” hanno invischiato tante di quelle forze sane che questa terra ha generato. L’atavica fame di lavoro, e la maledetta bellezza di quest’isola, la voglia delle persone di restare nei luoghi in cui sono nate, hanno creato un humus perfetto. E la situazione è degenerata oltre ogni più fervida fantasia… ti fai raccomandare, o meglio hai “bisogno” della raccomandazione anche per un lavoro precario. Il caso del file di Lombardo, pur evolvendosi con esposti alla procura, anche di Sonia Alfano che, comunque la si pensi è personaggio di un certo spessore mediatico, non sono stati notati dai grandi mezzi di informazione. E non riesco a credere che nessun giornalista facente parte di uno qualsiasi di questi canali (giornali e televisioni, per intenderci) non abbia indagato e approfondito un minimo la questione. Ci sarà stato qualcuno? Si!!! Ma la notizia non viene pubblicata e non viene mandata in onda. Perché?  Perché in essa c’è la semplice spiegazione di come funziona il potere di questa classe dirigente. Tutti sapevamo delle raccomandazioni, di come funzionavano etc… ma non avevamo mai visto i files… un po’ come i pizzini di Provenzano… si sapeva che c’erano, ma vederli  messi in ordine, ben catalogati dentro un contenitore di cartone, dava un altro effetto…

“Non esiste delitto, inganno, trucco, imbroglio e vizio che non vivano della loro segretezza. Portate alla luce del giorno questi segreti, descriveteli, rendeteli ridicoli agli occhi di tutti e prima o poi la pubblica opinione li getterà via. La sola divulgazione di per sé non è forse sufficiente, ma è l’unico mezzo senza il quale falliscono tutti gli altri.” JOSEPH PULITZER.

Qualche giornalista (per la verità diversi) si era dato pena, in passato, di raccontarci il sistema Lombardo. Dalle pagine di Diario, un settimanale (adesso quindicinale) che è un esempio di come, quando i giornalisti fanno il loro mestiere, la verità prima o poi viene a galla… clicca qui  leggere l’articolo

Un ringraziamento ad Ilenia che ci ha fornito l’estratto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: